VACCINI OBBLIGATORI ovvero: “Prego…Favorisca i documenti!”

    DocumentiEDITORIALE : CONFORTI...AMOCI DI GIORGIO CONFORTI

    La recente legge che ha introdotto l’obbligo per 9 vaccini, motivata dal basso tasso di bambini che venivano vaccinati, ha dato dei risultati positivi visto che un buon 6% in più ha deciso di farle, ma al tempo stesso ha fatto correre il rischio di rendere, nella concezione delle famiglie,  “meno importanti” eseguire anche le vaccinazioni non obbligatorie.

    Bimbi

    Ovviamente non è così e basterebbe dire che i vaccini antimeningococchi non sono obbligatori per far ricredere gli increduli,ma provo a fare un altro esempio cui ricorro spesso in ambulatorio simulando un colloquio con una mamma.

    5555

    “Mi dica” faccio io, “cara signora, lei ha preso la patente di guida?”
    “Certo” risponde quella un po’ sorpresa.
    “E perché, incalzo, per quale motivo, l’ha presa?”
    “Ma perché è utile, per viaggio,lavoro e per le faccende quotidiane” fa lei cercando di capire dove voglio andare a parare.
    “Già, perché le è utile e,mi dica, se la ferma un vigile per un controllo mentre sta guidando e le chiede i documenti,lei che fa?”
    “Certamente glieli consegno, se è appunto un controllo e se sono in regola non becco una multa”
    “In effetti” faccio il sornione talora e mi riesce benissimo, “glieli consegna: ma lei ha preso la patente perché le è utile e se poi la situazione la porta a dover mostrare quel documento all’autorità di sicurezza per un controllo, lei glielo consegna e si sente a posto. Insomma lei può guidare per quanto le serve spostarsi e si sente in regola se le chiedono il permesso per guidare, non avrà preso la patente perchè se la ferma un poliziotto può mostrargliela ma per la sua utilità, quella è la conseguenza”
    “E’ così” si arrende lei.
    "Per i vaccini, più o meno, è la stessa cosa: lei, su mio consiglio, fa vaccinare suo figlio perché lo ritiene utile per la tutela della salute,e farà tutte le vaccinazioni che portano vantaggi sanitari senza far correre rischi significativi; se successivamente le viene richiesto un certificato di avvenuta vaccinazione per un’iscrizione a scuola,a uno sport o una vacanza, lei banalmente lo consegna e si sentirà “ a posto”.

    Lascio passare qualche secondo, nessuna contestazione, un metodo socratico ineccepibile, ammicco io.
    Ecco sistemato l’obbligo e il suo contrario,priorità e conseguenze,razionale e non.
    Ah, una cosa, la patente scade, i vaccini mai, talora occorrono richiami ma la memoria immunitaria regge il confronto con il leggendario Pico.

    Pico

    Contatti

    F.I.M.P.
    Federazione Italiana Medici Pediatri

    Via Parigi 11 scala A int. 105
    00185 ROMA

    Lunedi - Venerdi 09:00 - 17.00 

    presidenza@fimp.pro
    Tel. 06 44202575
    Fax: 0662204732

    supportotecnico@fimp.pro
    Mercoledi 09.00 - 15.00

    3316976129

     

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter FIMP

    © 2018 FIMP - Federazione Italiana Medici Pediatri