Counselling Vaccinale: Grazie Lorenzin...

    Ministro LorenzinEDITORIALE : CONFORTI...AMOCI DI GIORGIO CONFORTI

    altrimenti facevo come con Schettino..

    Faccio il pediatra da non pochi anni, ho cercato di abbinare aggiornamento ad esperienza lavorativa con un occhio di riguardo agli aspetti comunicativi e umani, del resto inevitabili facendo questa professione, mettendomi in testa il più possibile che ogni caso fa storia a se’, cercando di mettere in pratica gli insegnamenti di alcuni colleghi di cui ho provato a seguirne le orme professionali ripetendomi, andando a casa la sera, se avessi fatto tutto ma proprio tutto quel che era indispensabile fare nei pazienti giunti al mio ambulatorio quel giorno.

    Nel tempo ho cercato di dare più ascolto alle persone, con più pazienza e disponibilità ma .....ma con i genitori di Luca proprio non ci son riuscito.
    Eppure nell'accoglierli ho cercato di fare ,come di dice agli scout, del mio meglio : oltre ai bilanci di salute routinari ho raccomandato l'uso corretto del seggiolino per auto, ho supportato al meglio l'allattamento materno, ho accolto le prime ansie e  ifficoltà col sonno del pupo....ma alle prime scadenze vaccinali un muro "quelle non le faremo mai....".

    Progetto Bree 3

    E giù appuntamenti dedicati per parlarne con calma, link a siti autorevoli per informare, niente....
    Un muro....
    E io a dirmi, calma, col tempo e con la fiducia reciproca, poco alla volta...
    Ai due mesi lo screening della depressione post partum,tutto ok, un Edimburgo perfetto, ai quattro mesi gli ho insegnato la manovra sulla espulsione del corpinanco i suggerimenti per la lettura ad alta voce han recepito, 'sti perfettini, si son pure iscritti a Leggere per Crescere tant'è che quello si fa una tirata di sonno da sera a mane dopo,aver sentito l'epopea del Gatto con gli stivali (Bambi, no, gli ho imposto di non leggerlo, evoca a me gli incubi ancora adesso se ci penso...) e lo sfoglia anche mimando i suoi genitori. M chat a 18 mesi ? Perfetta, dell’antimorbillo manco una crepa nell’assoluto niet.o estraneo inalato,un salvavita come le vaccinazioni.....niente.

    Progetto Bree 1

    Poi le raccomandazioni contro gli avvelenamenti, i traumi, le ustioni,la fluoro profilassi,.....prevenzione,prevenzione prevenzione.
    Ma sui vaccini.... Niente...the wall ...

    Eppure fai e organizza corsi sul counselling con mio amico Raffaele in giro per lo stivale finalizzati a mettere al centro il paziente e i suoi problemi, niente, una difesa degna del miglior Vierchwood dello scudetto della Samp. Il pupo cresceva che una bellezza, e nemmeno,erano vegani, altrimenti li mi girano veramente gli zebedei,niente, carne alla grande, non fumano nemmeno perché han letto che favorisce l'asma, encomiabili...

     

    E io a dirmi, non revocarli, tanto per Luca sarebbe peggio, e così emergeva il mio super ego depressissimo dal no deciso ai vaccini e solo a quelli.  Li segnalo ? Faccio firmare dissenso ? Ma a che serve ,diciamoci le verità.... Una scartoffia come un'altra, se non ci riesco io che,nel frattempo, gli curo una bronchiolite con saturazione al 93% e una gastroenterite fottuta subendomi anche un desolante " una sua collega  mi ha detto di non fare quel vaccino contro la diarrea che fa venire l'invaginazione..."
    Quello si disidrata che non è male, fino a perdere un 8% del peso ma in due giorni si ri-abbuffa che sembra Trimalcione.

    Progetto Bfree

    Ma poi , come il sole al mattino di una notte di tregenda, sorge una  speranza, il decreto sull'obbligo vaccinale della ministro, un decreto pastrocchiato quanto vogliamo, evocatore di querelle parlamentari degne del Vernacoliere, sul quale ne ho lette da accapponare e da sbellicarsi ma che arriva pochi giorni fa al capolinea.
    E questi esasperanti (per me) genitori di Luca che mi dicono allo scoccare dei tre anni di frequentazioni inutili (sui vaccini... Sul resto ancora un po' e ci vediamo all'happy hour del venerdì sera, mi mandano anche gli auguri di Natale e la cartolina dalle vacanze) : "sa, dottore, abbiamo pensato di vaccinarlo perché i nonni non lo tengono, la babysitter costa troppo, dobbiamo lavorare e l'asilo ci serve proprio. Anzi, ce lo vaccina lei?"
    Io,basito, ascolto, dico un desolato "bene" , mi compiaccio e chiudo con un click la cartella clinica di Luca venuto per un codice bianco al massimo un po' verdino, do’ loro l’appuntamento agognato, da me, ma NON gli dico di venire con su l’Emla applicata, sono un po’ perfido,lo ammetto,domani mi confesso. Alla sera torno a casa, ripenso alla frase "ma hai fatto proprio al meglio il tuo lavoro oggi ?" del mio prof , mando un grazie mentale alla ministro Lorenzin, ripenso alla fatica inutile di tre anni di counselling vaccinale , e mi viene in mente quella frase lanciata dalla Capitaneria di Livorno via etere al comandante Schettino mentre abbandonava la Costa Concordia al suo destino ...la prossima volta che mi capitano due come i genitori di Luca gliela dico

    "e andate a vaccinarlo, ca...!"
    Anche i medici hanno un'anima, da qualche parte, e quando ce vo' ,ce vo'....

    Contatti

    F.I.M.P.
    Federazione Italiana Medici Pediatri

    Via Parigi 11 scala A int. 105
    00185 ROMA

    Lunedi - Venerdi 09:00 - 17.00 

    presidenza@fimp.pro
    Tel. 06 44202575
    Fax: 0662204732

    supportotecnico@fimp.pro
    Mercoledi 09.00 - 15.00

    3316976129

     

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter FIMP

    © 2018 FIMP - Federazione Italiana Medici Pediatri