BASTA L’URINOCOLTURA PER FARE DIAGNOSI DI IVU?

    Progetto “Fare di più non significa fare meglio” Choosing Wisely Italia  

    Le Raccomandazioni FIMP

    A cura di Mattia Doria, Segretario Nazionale alle Attività Scientifiche ed Etiche

    Non fare diagnosi di Infezione delle Vie Urinarie in base al solo esame colturale delle urine.

    L’urinocoltura va eseguita solo dopo aver riscontrato la presenza di leucociti e/o nitriti alla determinazione con multistick o all’esame microscopico delle urine oppure, nei casi particolarmente suggestivi, assieme all’esame urine stesso.

    In assenza di un multistick o di un esame urine alterati, infatti, non è possibile valutare se l’eventuale positività dell’urinocoltura sia attribuibile ad una vera infezione urinaria, ad una contaminazione del campione o ad una batteriuria occasionale.

    Per la raccolta del campione di urine è raccomandata la metodica del “mitto intermedio” (raccogliere in un contenitore sterile un campione di urina del mattino dopo aver scartato il primo getto).

    Bibliografia essenziale

    1. https://www.europeanurology.com/article/S0302-2838(14)01181-6/fulltext

    2. https://www.nice.org.uk/guidance/CG54

    3. http://pediatrics.aappublications.org/content/pediatrics/early/2016/11/24/peds.2016-3026.full.pdf

    4. https://emedicine.medscape.com/article/969643-overview

    Contatti

    F.I.M.P.
    Federazione Italiana Medici Pediatri

    Via Parigi 11 scala A int. 105
    00185 ROMA

    Lunedi - Venerdi 09:00 - 17.00 

    presidenza@fimp.pro
    Tel. 06 44202575
    Fax: 0662204732

    supportotecnico@fimp.pro
    Mercoledi 09.00 - 15.00

    3316976129

     

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter FIMP

    © 2018 FIMP - Federazione Italiana Medici Pediatri