Alcol: bere durante l’adolescenza modifica la crescita dei neuroni

Stampa

Roma, 18 febbraio 2019 – Bere troppo alcol durante l’adolescenza può avere conseguenze negative sulla salute. E il vizio risulta in crescita tra gli italiani. Si calcola che nel nostro Paese eccedono il 22,9% uomini e il 17,9% donne d’età compresa tra i 11-17 anni. A livello continentale invece l’abuso di bevande alcoliche rappresenta circa il 5% di tutti i problemi di salute e le morti premature. Tra i vari effetti è stato dimostrato come questo stile di vita possa modificare la forma dei neuroni. Un team di ricercatori texani ha analizzato in uno studio l’impatto, sulle cellule cerebrali e sul comportamento, dell’esposizione continuativa e intermittente all’alcol durante l’adolescenza. Gli under 18 sono più vulnerabili alle dipendenze e le conseguenze possono essere dannose anche per gli anni a venire. Gli scienziati americani hanno condotto due test in topi maschi adulti dopo l’esposizione all’alcool durante l’adolescenza o l’età adulta. Ne è emerso che l’esposizione cronica all’alcool nell’adolescenza ha prodotto alterazioni significative e persistenti nella densità spinale dendritica dei neuroni presenti della corteccia infralimbica e nelle regioni basilaterali dell’amigdala. Inoltre questi cambiamenti erano accompagnati da alterazioni comportamentali, con conseguenze durature.