Dialoghi vitaminici

    Banner MD V3

    9 CONGRESSO FIMP 032b

    Ma in gravidanza si fanno le vaccinazioni?

    GravidanzaEDITORIALE : VITALI...ZZIAMOCI DI GIOVANNI VITALI ROSATI

    L’esperienza comune è quella che ginecologhi ed ostetriche, pur bravissimi, sono poco informati in campo di vaccinazioni e quindi nell’incertezza di poter fare un danno ci si astiene!

    E invece non più e non deve essere così: ora tutte le società scientifiche internazionali e nazionali hanno dato delle linee di comportamento e la politica dell’astensione va evitata in quanto si possono fare danni. 
    Si! Si può essere colpevoli anche a dire che è meglio astenersi in quanto se poi si verifica la malattia che poteva essere evitata il danno è grave lo stesso.
    Facciamo ad esempio il caso della pertosse e raccontiamo di Maria una neonata di 20 giorni che dopo 3 giorni di febbre bassa (37,3°) e rinite, inizia ad avere tosse ad accessi e crisi di apnea per cui viene ricoverata in ospedale di provincia ove si presenta una grave insufficienza respiratoria e così viene trasferita in un ospedale di eccellenza, interapia intensiva neonatale, li viene effettuato un nuovo esame che si chiama PCR e da questo si capisce che si tratta di Pertosse. In due giorni, nonostante la terapia Maria muore in terapia intensiva.

    Come è potuto succedere?

    La mamma di Maria aveva tosse produttiva e non caratteristica da alcune settimane e nessuno aveva capito che era una pertosse. La pertosse si può prendere più di una volta e anche se si è vaccinati la protezione non dura tutta la vita. Quindi se la mamma di Maria aveva avuto la pertosse da bambina aveva però preso una forma leggera per lei, ma sufficiente a contagiare la bambina ed a farla morire.

    Allora cosa dobbiamo fare?

    Va effettuata la vaccinazione con vaccino difteri-tetano-pertosse uso adulto meglio se dalla 28 alla 33-36 settimana. 

    Stesso discorso per l’influenza: 

    è pericolosa per le donne in gravidanza:
    - sono più suscettibili all’infezione e
    - sono più a rischio di ospedalizzazione e forme gravi

    ed è pericolosa per il bambino:
    - aumentato rischio di palatoschisi, idrocefalo, difetti cardiaci, dell’apparato gastro-intestinale e del tubo neurale
    - aumentato rischio di parto pretermine e basso peso 
    Anche la meningite da menigococco è una malattia grave da cui bisogna proteggersi e quindi se non si fosse fatta prima è bene fare anche questa vaccinazione.

    Ci sono altre malattie pericolose in gravidanza come

    Rosolia
    Può dare una grave embriopatia con cecità, sordita, cardiopatia, danno cerebrale

    Varicella
    Sindrome della varicella congenita
    (0,4-2% dei neonati con varicella in gravidanza):
    • danni cutanei con cicatrici ed atrofia, 
    • danni muscolo-scheletrici (ipoplasia estremità)
    • encefalite
    • microcefalia
    • anomalie oculari
    • ritardo mentale
    • basso peso alla nascita

    Morbillo

    Parotite

    Ma i vaccini per queste sono a virus vivi attenuati e quindi non possono essere effettuati in gravidanza, ma devono essere fatti prima

    Cosa mi porto a casa?

    VACCINAZIONI e GRAVIDANZA
    • Tutti i vaccini inattivati (uccisi) possono essere effettuati in gravidanza (no HPV per mancanza dati sicurezza) 
    • Difterite-tetano-pertosse e INFLUENZA sono fortemente RACCOMANDATI
    • Tutti i vaccini vivi attenuati sono controindicati (Morbillo,rosolia,varicella,parotite)
    • I Contatti di donna in gravidanza possono essere vaccinati con MPR-V

     

    Contatti

    F.I.M.P.
    Federazione Italiana Medici Pediatri

    Via Parigi 11 scala A int. 105
    00185 ROMA

    Lunedi - Venerdi 09:00 - 17.00 

    presidenza@fimp.pro
    Tel. 06 44202575
    Fax: 0662204732

    supportotecnico@fimp.pro
    Mercoledi 09.00 - 15.00

    3316976129

     

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter FIMP

    © 2018 FIMP - Federazione Italiana Medici Pediatri