Dialoghi vitaminici

    Banner MD V3

    9 CONGRESSO FIMP 032b

    Influenza: non è una malattia banale!

    Influenza 2018 Sintomi CuraEDITORIALE : VITALI...ZZIAMOCI DI GIOVANNI VITALI ROSATI

    Influenza: Malattia banale? È ora di capire che non è vero!

    La maggior parte delle persone ritiene che l’influenza sia una malattia banale che si può prendere più o meno tutti gli anni senza conseguenze e rimanendo qualche giorno a casa con la famosa terapia delle tre L (LATTE - LETTO - LANA).

     Ma non è assolutamente così

    L’influenza è una malattia altamente contagiosa che può, non raramente, dare seri problemi,non solo alle persone con malattie, ma a tutti ed in particolare ai bambini sani.

    " Quella di quest'anno, in termini di diffusione, è la più grave epidemia di influenza stagionale in Italia dal 2004". A dirlo all'Adnkronos Salute è Walter Ricciardi, presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss). I dati Influnet parlano di 140 casi gravi di influenza e di 30 morti, "e siamo preoccupati, perché già l'anno scorso abbiamo avuto l'eccesso di mortalità da complicanze da influenza stagionale più alto in Europa insieme alla Gran Bretagna". Secondo Ricciardi, dunque, "questo potrebbe essere un anno particolarmente grave".

    "Questi - commenta ancora Ricciardi - sono i dati di mortalità per influenza accertati, quelli cioè in cui l'influenza è stata identificata come causa determinante il decesso. A fine stagione avremo i dati sulle morti per le complicanze da influenza, che vengono registrate però come decessi per polmoniti, arresto cardiaco, ecc. E si stima siano diverse migliaia".

    Dobbiamo sottolineare che non è vero che le morti, le complicanze e le ospedalizzazioni riguardino solo fasce più fragili come i malati cronici o di età avanzata, ma invece va sottolineato che vi sono molti casi anche nei bambini ed in particolare quelli sani e in età sotto i due anni. Altra categoria fortemente interessata è quella delle donne incinte per le quali l’influenza può essere molto pericolosa non solo per se stesse ma anche per il bimbo che nascerà.

    Attenzione ai più piccoli!

    Quindi la nostra attenzione deve andare ai più piccoli che in realtà sono i più bersagliati dall’influenza. Secondo gli ultimi dati, quest’anno i virus del malanno stagionale hanno colpito il 4% dei bambini con meno di 4 anni e il 2% di quelli tra i 5 e ai 14 anni. E in questi giorni, mentre la curva dell’incidenza della malattia per gli adulti sta scendendo, per gli under 14 anni ha ripreso a salire.

    Influenza

    All’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia ad esempio, nel mese di gennaio, sono stati ben 1500 gli accessi al pronto soccorso pediatrico, numeri molto alti.

    “Da più di un mese, quindi da Natale – dice ai microfoni di Tg Reggio il dott. Amarri – abbiamo gli accessi superiori alla norma, con un picco influenzale che dovrebbe cominciare a calare almeno per i bambini, ma siamo ancora ad afflussi molto elevati con picchi febbrili importanti”. Si arriva al pronto soccorso, il più delle volte, perchè c’è una febbre alta che spaventa sempre molto i genitori. Febbre che, precisa il dott. Amarri, di per sè non sarebbe un fenomeno pericoloso. “Comprendo anche che molte famiglie abbiano sperimentato attese prolungate in pronto soccorso – chiarisce il dott. Amarri – purtroppo a causa di questa situazione che speriamo cominci a calare nelle prossime settimane”.

    Molti ricoveri specialmente per i sani

    Moltissimi sono anche i ricoveri. In molti ospedali è necessario aggiungere posti letto utilizzando quelli di altri reparti.
    Le cause più frequenti derivano dalle complicanze che l’influenza può dare, in particolare parliamo di polmoniti e bronchioliti. Per questo alcuni bambini hanno dovuto ricorrere a cure intensive. 
    Come si può notare dalla tabella inserita le colonnine in nero riguardano i ricoveri dei bambini sani e la parte bianca i bambini con malattie croniche: si può vedere che il bambino sano sotto i due anni è quello che viene ricoverato maggiormente.

    VAI AL VIDEO

    Influenza1

    Le morti improvvise

    Ma molte morti improvvise sono state segnalate e riguardano i bimbi sani
    Se visitate la pagina facebook L’influenza questa sconosciuta diretta dal Dott. Stafano Prandoni potete rendervi conto di persona della gravità della cosa che ancora non è conosciuta neppure dai pediatri.
    Vi riporto alcune segnalazioni di morti improvvise che possono essere correlate all’influenza.

    Facebook

     

    Catania

     

    Termoli

    BREGNAO

     

    e cosi potrei continuare…..ma andate sulla pagina direttamente sfogliatela e rendetevi conto di quante morti questo anno avrebbero potute essere prevenute con il vaccino.

    Possiamo fare qualcosa???

    Si La nuova circolare Ministeriale Dovrà inserire i bambini sani tra le categorie

     

     

    Contatti

    F.I.M.P.
    Federazione Italiana Medici Pediatri

    Via Parigi 11 scala A int. 105
    00185 ROMA

    Lunedi - Venerdi 09:00 - 17.00 

    presidenza@fimp.pro
    Tel. 06 44202575
    Fax: 0662204732

    supportotecnico@fimp.pro
    Mercoledi 09.00 - 15.00

    3316976129

     

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter FIMP

    © 2018 FIMP - Federazione Italiana Medici Pediatri