Dialoghi vitaminici

    Banner MD V3

    9 CONGRESSO FIMP 032b

    Est modus in rebus!

    Carnivori VeganiEDITORIALE : VITALI...ZZIAMOCI DI GIOVANNI VITALI ROSATI

    Carnivori o vegani?

    Ancora la carne rossa al centro dell’attenzione. In questo caso un segnale di forte attenzione arriva da uno studio epidemiologico pubblicato sul British Medical Journal a firma di Arash Etemadi, del National Cancer Institutestatunitense.

    Lo studio

    I ricercatori americani concludono che esiste una correlazione fra consumo di carne rossa e “processata” e incremento medio della mortalità del 26%. Il legame più stretto è risultato, in particolare, con la mortalità da sofferenza del fegato cronica.
    Lo studio è stato condotto su 537 mila persone fra i 50 e i 71 anni all’inizio dell’indagine, che è durata 16 anni e ha convolto 6 Stati. Secondo i ricercatori tra i responsabili di questo effetto vanno inclusi il ferro eme delle carni rosse e i nitriti/nitrati di quelle processate. Altri aspetti coinvolgono le sostanze cancerogene che si producono durante alcuni tipi di cottura (segnatamente quelle alla griglia), come amine eterocicliche e idrocarburi aromatici policiclici, contaminanti dei mangimi animali, nonché un ridotto consumo di frutta e verdura che in genere si accompagna a una dieta particolarmente ricca di carne.

    Pesce e carni bianche

    La buona notizia è che invece la mortalità è stata inferiore del 25% fra chi preferiva pesce e carni bianche rispetto a chi optava spesso per la carne rossa. Il giornale scientifico britannico assume una presa di posizione particolarmente decisa accompagnando l’articolo con un editoriale di John Potter, epidemiologo del Centre for Public Health Research, Massey University di Wellington, in Nuova Zelanda, che sentenzia come questo studio dica chiaramente che «un consumo esagerato di carni rosse fa male alla salute dei singoli, oltre a quella del nostro pianeta».

    E allora?

    I consigli da seguire sono quelli che tutti i Pediatri di buon senso danno: alimentazione varia ed equilibrata, A seguire un esempio di alimentazione per un bambino da 1 a 3 anni.

    • Incentivare una colazione adeguata: latte (o yogurt) +cereali (pane/fette biscottate/biscotti semplici) + frutta
    • Distribuire gli alimenti in 4 pasti giornalieri
    • Ogni pasto principale deve essere “completo” di carboidrati, proteine e grassi
    • Minestra o passato di legumi con cereali è da considerare un piatto unico
    • Brodo vegetale e/o passato di verdure vanno preparati giornalmente o conservati congelati
    • Incentivare il consumo di pesce, preferendo pesci di piccola taglia e pesce azzurro
    • Limitare il consumo di pesci di grossa taglia (merluzzo, tonno, pesce spada…), di fondale (sogliola)
    • Se il bambino non mangia il pesce assicurare fonti alternative di acidi grassi essenziali Omega 3, aggiungendo 1cucchiaino da the di olio di semi di lino al giorno
    • Utilizzare olio di oliva extravergine crudo (4‐6 cucchiaini da the al giorno)
    • Adottare tecniche di cottura con pochi grassi (al forno, al vapore, al cartoccio, etc)
    • Utilizzare frutta e verdura fresche e di stagione; lavare bene frutta e verdure
    • Offrire frutta e verdura a tutti i pasti
    • Variare gli alimenti, nella giornata, nella settimana e nel mese
    • Evitare il consumo di snack (merendine, patatine, ecc.)
    • Evitare il consumo di bibite gassate, succhi di frutta e the (contengono molti zuccheri!)
    • Utilizzare acqua (di rubinetto o oligominerale, anche gasata) e spremute di agrumi

    La regola del 4

    Dal punto di vista pratico se nella settimana consideriamo 14 pasti (7 pranzi e 7 cene) come secondo piatto utilizzare:

    • 4 volte la carne
    • 4 volte il pesce
    • 2 volte i legumi
    • 2 volte l’uovo
    • 2 volte il formaggio

    Contatti

    F.I.M.P.
    Federazione Italiana Medici Pediatri

    Via Parigi 11 scala A int. 105
    00185 ROMA

    Lunedi - Venerdi 09:00 - 17.00 

    presidenza@fimp.pro
    Tel. 06 44202575
    Fax: 0662204732

    supportotecnico@fimp.pro
    Mercoledi 09.00 - 15.00

    3316976129

     

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter FIMP

    © 2018 FIMP - Federazione Italiana Medici Pediatri